L’assistente Google Android debutta su BMW

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

BMW ha integrato l’assistente Google anche per Android. La notizia è di giornata e vede la casa tedesca annunciare finalmente l’integrazione di Google Assistant con il proprio sistema BMW Connected. Un passo decisamente atteso dai proprietari delle vetture BMW che da oggi potranno dialogare con la propria auto sia da casa grazie al sistema Google Home che in movimento utilizzando gli smartphone dotati di Android.

Ma con cosa abbiamo a che fare quando parliamo di sistema BMW Connected? Di fatto ci concede di controllare stando comodamente seduti in auto di controllare le funzioni del secolo, ma anche di pianificare itinerari o gestire gli appuntamenti tramite agenda e i contatti che abbiamo memorizzato. Il sistema si collega sfruttando l’Open Mobility Cloud a tutti i device selezionati dal proprietario del veicolo. Un modo che aiuta ad organizzare meglio la propria vita, ma soprattutto per ottimizzare il tempo a disposizione.

Da oggi quindi debutta quindi anche l’aiuto firmato Google Assistant che regala così nuove opzioni e funzionalità ai modelli di Monaco di Baviera. Sfruttando gli utili comandi vocali potremo quindi sapere se avremo chiuso i finestrini della nostra auto, verificare da remoto il livello di ricarica della batteria – nel caso fossimo felici proprietari di una BMW i3 – o controllare e pianificare i nostri appuntamenti con tanto di notifica sull’orario consigliato per partire in base alle condizioni di traffico che incontreremo in tempo reale.

Tutte funzioni che potremo controllare anche attraverso i device marchiati iPhone compatibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *