Mercedes Classe A 2018, la rivoluzione è appena cominciata

La nuova Mercedes Classe A 2018 è finalmente realtà. Completamente diversa all’ultima generazione – lontanissima anni luce dal primo modello sul mercato. Potremmo chiamarla una vera e propria rivoluzione quella che ha coinvolto la compatta premium della casa di Stoccarda. Il look si rifà alle ultime arrivate, con un family feeling che porta alla mente addirittura alla sportivissima Mercedes CLS. I fari si sono allungati, le dimensioni cresciute a vantaggio di un comfort veramente premium – il tutto insomma va a completare quel processo di “mascolinizzazione” iniziato qualche anno fa.

Foto Mercedes Classe A 2018

L’interno della nuova Mercedes Classe A 2018 è probabilmente quello che rompe maggiormente con il recente passato. Come anche quello che ci attende sotto il cofano – con il nuovo motore 1.4 benzina in prima fila tra le novità più ghiotte di questa Classe A 2018. Ma andiamo con ordine.

Nuova Classe A 2018, a scuola di design

La questa quarta generazione di Mercedes Classe A riparte dal precedente progetto stilistico – rivisto e corretto in chiave moderna. L’anteriore è ribassato, più sportivo e debutta anche anche la nuova mascherina Matrix con la stella – di dimensioni generose – piazzata nel centro della calandra; un po’ come già visto sui modelli più blasonati firmati Mercedes.

La nuova Classe A 2018 è più grande

Ma come dice qualcuno, sono le dimensioni che contano. La nuova Classe A 2018 è più lunga del modello finito in soffitta di ben 12 cm – più alta e più larga di 1 cm. Il totale segna quindi 441 cm di lunghezza, 170 cm di larghezza e 144 d’altezza. Il risultato è quindi un passo maggiore di quasi 3 cm – a vantaggio dell’abitabilità dei passeggeri, soprattutto per quelli posteriore. Ma cresce anche la possibilità di carico. Il saldo del nuovo bagagliaio tocca i 370 litri – con un netto +29 litri rispetto ad una Mercedes Classe A usata.

Mercedes Classse A: i motori del cambiamento

Dal giorno del lancio l’assortimento delle motorizzazioni sarà limitato a tre motori, ma ovviamente è destinato a crescere con il passare dei mesi – e tutti stiamo già aspettando la nuova Mercedes Classe A AMG 2018! Ma restiamo al presente.

I motori di Classe A 2018 saranno due benzina ed un diesel. La nuova A 200 porterà in dote un nuovissimo 1.4 turbo da 163 CV e 250 Nm di coppia. Una cilindrata compatta è vero, ma con una scheda tecnica dai numeri più che interessanti.

Classe A 200 2018: la scheda

Questa Mercedes Classe A 200 2018 è mossa sia da un cambio automatico a 6 marce che da una trasmissione automatica a doppia frizione a 7 rapporti – soluzioni che consentono un’accelerazione da 0 a 100 Km/h di 8 e 8,2 secondi – per una velocità massima di 225 Km/h. Anche i consumi si annunciano interessanti (sulla carta) – mediamente di oltre 19 Km/litro.

Mercedes Classe A 250 2018: la scheda

Più rotonda è invece la motorizzazione da 2 litri di cilindrata e cambio automatico 7G-DCT. In questo caso la cavalleria sale a 224 unità per una coppia massima di addirittura 350 Nm. E salgo di parecchio anche le prestazioni con una massima di 250 orari ed uno sprint 0-100 chiuso in 6,2 secondi. Con i consumi – ovviamente – saliamo ad una media di 6 litri consumati per 100 di percorrenza.

La diesel è la Mercedes A 180 D

Su sponda diesel ci attende la A 180 D 2018. Il piatto forte di questo “litro e mezzo” da 116 CV e 260 Nm sta ovviamente nei consumi decisamente ridotti. Per Stoccarda è capace mediamente di percorrere oltre 24 Km con un litro di gasolio, la proveremo e vi diremo se almeno ci si avvicina! Quanto alla scheda tecnica ci si gode una velocità massima di 202 orari – passando da un’accelerazione 0-100 di 10,5 secondi. Che dire: il 1.5 diesel Mercedes sembra fare al meglio il proprio dovere.

La rivoluzione, anche dentro

Come già è successo su altri recenti modelli Mercedes anche sulla nuova Classe A diremo addio alle vecchie e care lancette. E non si tratta di un optional. Su tutti gli allestimenti avremo quindi a che fare con un mega display wide orizzontale e verticale. Il primo da 7 e il secondo da oltre 10 pollici.

La sensazione di viaggiare in Business Class sarà poi dettata dall’illuminazione ambientale, in cui potremo scegliere tra 64 differenti colorazioni – stessi colori che forgeranno le bocchette di areazione.

Una specie di Siri, ma di proprietà Mercedes è invece il nuovo sistema MBUX. Dotato di comandi vocali (pare funzioni anche parlando con voce naturale) e intelligenza artificiali si attiverà pronunciando: “Hey Mercedes“. Ovviamente ci si può anche detrestreggiare con i tradizionali comandi dello schermo touch – sul “mouse” in mezzo alla plancia, o tramite i tasti sullo sterzo.

La nuova Mercedes Classe A 2018, guida da sola (quanto è autonoma?)

Abbastanza, potremmo dire. I sistemi di assistenza alla guida non le mancano, a partire dal Cruise Control Adattivo Ditronic, ma c’è anche il sistema di frenata attiva e l’assistente che vigila sul cambio di corsia senza che si sia “alzata” la freccia.

  •  
    1
    Share
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Vedi tutti i commenti

Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *