Perchè si litiga in auto

Si tratta di una delle “scenette” più comuni viste ed interpretate nei modi più diversi e ironici: quella di marito e moglie che litigano in auto, magari dopo essersi persi lungo la strada.

Sembrerà scontato, ma è proprio questo uno dei motivi di scontro più comuni tra chi si trova a dover condividere uno spazio ristretto come quello di un’automobile; qui non ci si può parlare guardandosi negli occhi e anche i movimenti sono molto limitati.

Gli errori di percorso non sono però al primo posto tra i motivi di litigio più comuni sulle nostre vetture: secondo uno studio inglese, al vertice di questa speciale classifica troviamo infatti un’altra famigerata causa di discussione: la velocità, ovviamente eccessiva.

Ma non finisce qui, come chiunque può confermare, anche lo stress, la stanchezza e i capricci dei bimbi aizzano il fuoco delle discussioni automobilistiche e spesso causano anche pericolosi cali d’attenzione.

Le conseguenze? Pare che in un caso su dieci sia finito un rapporto d’amicizia o d’amore importante, mentre addirittura in uno su cinque si sarebbe scatenata una lite tale da far “scendere” uno dei due passeggeri dall’auto. Altre ricerche si spingono oltre,dandoci l’intervallo di tempo medio prima che inizi una polemica in auto: bastano soli 22 minuti perché si presentino le prime avvisaglie di uno scontro verbale.

Dalle cause dei litigi si possono facilmente sintetizzare le categorie più propense alla polemica, scoprendo così che quasi la metà dei giovani fino ai 24 anni ha avuto discussioni quando era alla guida, seguiti dagli adulti tra i 35 e i 44 anni. Un’altra informazione che ricaviamo è poi la diversa attitudine al litigio tra uomini e donne con i primi molto meno pazienti delle seconde. Diversi sembrano anche essere i bersagli dell’ira, con i maschi che si sfogano più con amici e conoscenti mentre l’altra metà del cielo preferirebbe il marito o il compagno.

Tornando invece alle cause di attrito, alcuni psicologi hanno teorizzato che siano proprio la mancanza di spazio, la posizione dei sedili e l’impossibilità di una via di fuga a rendere le discussioni molto più probabili in un’auto piuttosto che in altri luoghi. Cosa fare quindi per evitare o attenuare problemi di questo tipo? Pochi semplici consigli a cui prestare attenzione: non scegliere la musica da ascoltare già prima della partenza, evitare i temi di conversazione più delicati… e magari telefonate inutili!

  •  
    20
    Shares
  • 20
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Vedi tutti i commenti

Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *