Ready to Park: arriva la nuova app per parcheggiare la Smart

Arriva “Ready to park” l’applicazione per parcheggiare la Smart. Rendere più facile la vita degli automobilisti. Questa è la chiave di lettura del nuovo servizio messo a disposizione da Smart Italia. Si chiama “Ready to park” – e sarà utilizzata per la prima volta a Roma e provincia. L’utilità più interessante di quest’app è la possibilità di sfruttare un vasto consorzio di autorimesse convenzionate.

Crescita costante

Le autorimesse già convenzionate su Roma e provincia sono oltre 30, ma diventeranno almeno 100 già con la fine del prossimo mese di marzo. Dopo la Capitale seguiranno le città di Firenze, Genova e Milano.

A che serve Ready to park

Con il proprio smartphone di fiducia – i clienti di Smart Roma – potranno quindi prenotare e pagare il parcheggio tramite app e la carta di credito o debito collegata. Si tratta quindi di un programma realizzato da “Smart Lab Italy” – uno dei quattro “quartier generali” al mondo – che si occupa proprio dello sviluppo di soluzioni ecologicamente corrette che migliorino il concetto di  mobilità. E cosa cosa c’è di meglio se non parcheggiare la Smart in tutta comodità?

Ma il servizio offerto da Smart non si limiterà alla sola ricerca e pagamento di un parcheggio presso un garage in convenzione. Oltre al servizio “park” avremo infatti a disposizione quello battezzato “Ready to charge” – dal quale potremo inoltre prenotare un hub per mettere in carica un’auto elettrica.

Come funziona?

Far funzionare la nuova app by Smart è davvero semplice. Per prima cosa basta scaricarla dagli store Apple o Android (è già disponibile per il download) – s’inserisce la targa della propria Smart e si collega la carta di credito o debito con la quale vogliamo pagare il parcheggio. Fatto questo è sufficiente cercare sulla mappa interattiva il parcheggio desiderato ed effettuare la prenotazione.

Dalla conferma in poi avremo il tempo di un’ora per arrivare all’autorimessa senza pagare un extra per ogni minuto di ritardo. Giunti a destinazione, con il Bluetooth dello smartphone attivo dovremo avvicinarlo alla sbarra e questa si alzerà, lasciandoci entrare.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Vedi tutti i commenti

Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *