50 Anni di storia Lamborghini

La storia Lamborghini è sicuramente tra le più affascinanti del panorama automobilistico mondiale. Con la casa del Toro abbiamo senz’altro a che fare con uno dei brand più noti e blasonati al mondo – marchio che proprio recentemente ha spento le sue prime cinquanta gloriose candeline. Una storia di auto da corsa, competizioni e addirittura trattori! Ebbene sì, trattori – una curiosità che forse i più non sanno è che la casa di Sant’Agata Bolognese è nata producendo mezzi destinati alla campagna. La leggenda narra che solo a seguito di un’accesa discussione tra Ferruccio Lamborghini ed Enzo Ferrari – il primo prese la “strada sportiva” che conosciamo oggi. Le prove che ci fu davvero quella storica chiacchierata tra due delle figure più importanti della storia dell’automobile di fatto non ce ne sono – e probabilmente non avvenne mai, ma il fascino di un inizio così originale ha fatto versare fiumi d’inchiostro. E un po’ ci piace dargli credito…

Lamborghini 350 GTV (1963)

Lamborghini 350 GTV

All’inizio degli anni ’60 l’imprenditore Ferruccio Lamborghini possiede una bellissima e velocissima Ferrari 250 GT, senza però essere soddisfatto di alcuni aspetti tecnici della vettura di Maranello, come ad esempio la frizione. Da autentico patito di motori, decide così di elargire qualche consiglio nientemeno che allo stesso Enzo Ferrari.

Lamborghini Miura (1966)

Lamborghini Miura

La storia, come dicevamo mai confermata – racconta di una risposta decisamente piccata del patron della casa del Cavallino che suonò grossomodo così: “L’auto va benissimo, forse sei tu a non saper guidare una Ferrari, probabilmente te la cavi meglio con i trattori”.

Lamborghini Countach (1974)

Lamborghini Countach

Ferruccio Lamborghini pare – e come dargli torto – non averla presa per niente bene. Ma non si fece scoraggiare da una risposta così cruda e prese la decisione di fabbricare automobili in proprio, ovviamente buone per far concorrenza alle Ferrari. Assunse quindi quello che oggi chiameremmo un formato da una squadra di tecnici e ingegneri e il 7 maggio del 1963, fondò la Automobili Ferruccio Lamborghini SpA. La prima auto a vedere la licenza fu la 350 GTV, mossa da un V12 da 3,5 litri dotato di ben 360 CV e presentata al Salone di Torino di quello stesso anno.

Lamborghini Gallardo (2003)

Lamborghini Gallardo

Da quel momento in avanti, la casa del toro ha proposto vetture che sono entrate da subito nei cuori degli appassionati della velocità: tra tutte spiccano, secondo noi, la rivoluzionaria Miura e la sua erede Countach, prodotte tra il 1966 e il 1973 e tra il 1974 e il 1990. Vere e proprie status-symbol tra i VIP dell’epoca (e di oggi), sono tuttora tra le supercar più emozionanti in circolazione, con velocità massime intorno ai 300 Km/h.

Lamborghini Aventador (2011)

Lamborghini Aventador

Anche recentemente le supercar Lamborghini si sono sempre distinte per uno stile aggressivo e per prestazioni mozzafiato. Attualmente il listino della casa di proprietà Volkswagen prevede due modelli, la Gallardo (la cui produzione è arrivata a circa 13 mila unità in quasi dieci anni di “carriera”) e la Aventador, mossa da un esagerato V12 6,5 litri da ben 700 CV. Cosa ci riserverà in futuro la casa del toro?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Vedi tutti i commenti

Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *