Opel CrossLand X 2018: la nostra prova su strada in Provenza

Facebooktwittergoogle_plusredditlinkedintumblrmail

Un viaggio unico, semplice da organizzare e dai panorami mozzafiato. Parliamo della Provenza e della Costa Azzurra francese, da Roma a Nizza, fino alla quasi spagnola Arles e ritorno, tutto d’un fiato per un emozionante “long testdrive” di oltre 3 mila chilometri. Ad accompagnarci l’ultima arriva della casa del fulmine, la nuova Opel Crossland X, nel nostro caso dotata di motore diesel da 1,6 litri e 120 CV di potenza. Una compagna d’avventura ideale per un viaggio di questo tipo. Spaziosa e  versatile quanto basta – dalle prestazioni brillanti e dai consumi tanto bassi che vi faranno guardare storto dal vostro benzinaio di fiducia.

La carta d’identità

Di fatto abbiamo che fare con il primo tangibile esempio dell’inedita partnership tra l’ex brand appartenente alla galassia General Motors ed il colosso francese PSA. Una vettura che sotto l’aspetto commerciale va a posizionarsi subito sotto la Mokka – rispetto alla quale è più corta, ma dal passo più lungo. E il segreto sembra proprio questo: non mettere i bastoni tra le ruote ad un modello di successo come Mokka, dando vita un’auto del tutto diversa. La nuova Crossland X è disponibile solo con trazione anteriore, sfrutta lo stesso pianale della cugina francese Citroen C4 Cactus e si rivolge alle famiglie a caccia di tanto spazio, ma dagli ingombri esterni contenuti, si viaggia ben sotto i 430 cm di lunghezza.

Come va in città

Le dimensioni in lunghezza sono inchiodate a 4,21 metri e rendono la Opel Crossland X tra i crossover che meglio si adattano alle difficili e “striminzite” realtà cittadine. Il raggio di sterzata consente di destreggiarsi con disinvoltura nel traffico e le manovre non danno mai pensieri. Ovvio, se si vogliono investire 450 Euro si possono portare a casa i sensori di parcheggio con telecamera integrata – ma c’è da dire che le ampie superfici vetrate aumentano la visibilità e facilitano la vita, anche con la retro inserita. Il consiglio che vi diamo è però di non perdervi per le “claustrofobiche” vie del centro di Avignone – dove si può restare intrappolati anche in sella ad una bicicletta!

Come va fuori città

L’unica pecca sta forse nella rigidità dell’assetto, votato alla morbidezza per soddisfare le esigenze di comfort di bordo. Un telaio più rigido farebbe addirittura divertire, ma la Opel Crossland X non è nata per scendere in pista e la taratura scelta dai tecnici Opel soddisfa chi ama percorrere tanti chilometri in tutta comodità. Noi l’abbiamo guidata tanto fuori città, sia a 1.500 metri sul livello del mare che più in basso tra i campi di lavanda. Il peso di 1,3 tonnellate è decisamente contenuto e l’agilità in curva regala una bella sensazione di sicurezza. La tenuta di strada è eccezionale e spesso trae in inganno facendoci credere di essere a bordo di un crossover a trazione integrale. Quello che convince meno è il cambio, manuale a 6 rapporti – che guidando un po’ più spediti non consente cambiate veloci e il rischio è di “grattare”. Anche lo sterzo non è votato alla guida sportiva. E’ sempre preciso s’intende, ma salendo di andatura perde in sensibilità e richiede un pizzico di “manico” per farsi guidare. In sintesi potremmo dire che la Opel Crossland X predilige le andature tranquille, sacrificando la guida veloce – ma per un crossover destinato alle famiglie, ci sta!

Come va in autostrada

La parte più sostanziosa del nostro viaggio si è vissuta proprio in autostrada. Da Roma a Firenze, taglio verso il Tirreno e su fino a Genova, Ventimiglia e ingresso in Francia direzione Nizza. Da qui ci siamo goduti le francesi A8 e A9 fino ad Aix en Provence. E qui va aperta la parentesi consumi che come ovvio che sia danno il meglio proprio sulle strade percorse oltre i 120 orari. Fatto il pieno a Roma siamo serenamente arrivati a Nizza con ancora qualche decina di chilometri di autonomia. Con il primo rifornimento abbiamo percorso quasi mille chilometri – un risultato abbastanza in linea con quello dichiarato dal quartier generale Opel che alla voce autonomia parla di 1.125 Km. Un po’ come sule strade extra urbane – anche in autostrada la sensazione offerta dalla Opel Crossland X è di grande sicurezza. Il comfort è sopra la media anche grazie alla silenziosità del motore e le sospensioni fanno il resto, assecondando senza scomporsi i saliscendi delle autostrade alpine. La schiena ringrazia e la forma dei sedili consente di percorrere molti chilometri senza il benché minimo sforzo. Completa il quadro il Cruise Control che permette di riposare le gambe – mentre è sempre sfiziosa (non utile!) la spia che ci ricorda di fare una pausa per un rigenerante caffè.

Sicuri e sempre connessi

Anche il capitolo sicurezza regala soddisfazioni. La Crossland X è affollata di airbag – da quelli tradizionalmente frontali, ai laterali e a tendina. In più abbiamo la segnalazione acustica in caso di superamento involontario della corsia e i classici controlli elettronici di stabilità. Tra i gadget più accattivanti si fa notare il sistema Opel OnStar che in caso d’incidente chiama automaticamente i soccorsi. Chi invece non rinuncia alla connessione sempre e comunque non potrà non apprezzare le app dedicate al proprio smartphone e il sistema Wi-Fi che permette di collegare alla nostra Opel la bellezza di 7 device.

Spazio per tutto

Lo spazio è sicuramente uno dei piatti forti del crossover tedesco. In viaggio si sta meglio in quattro che in cinque. L’abitacolo è senz’altro versatile, ma la seconda fila posteriore è un po’ sacrificata in larghezza rendendo un po’ più complicata la vita del quinto passeggero. Anche in questo caso è meglio spendere 350 Euro in più e portarsi a casa l’utilissimo Versatility Pack. Grazie a questo optional possiamo quindi disporre dei sedili posteriori scorrevoli in avanti – soluzione furba che porta la capacità di carico da 410 a ben 520 litri. In questo caso avremo anche la possibilità di sfruttare il tunnel centrare per caricare gli sci o comunque gli oggetti più lunghi.

Prestazioni e consumi

A muovere la Opel Crossland X della nostra prova ci pensa un motore diesel sovralimentato da 1.560 cc, 120 CV di potenza (88 kW) e ben 300 Nm di coppia già serviti a fil di gas (appena 1.750 giri). Come dicavamo la trasmissione prevede un cambio manuale a 6 rapporti mentre la trazione è solo anteriore. Così “carrozzata” la vettura tedesca consente di raggiungere i 187 Km/h di velocità massima, passando da un’accelerazione da 0 a 100 Km/h chiusa in 9,9 secondo. Guidando con un pizzico di attenzione si riescono a portare a casa percorrenze interessanti, attorno ai 20 Km per litro e comunque mai inferiori ai 15 – se nel calcolo inseriamo anche la guida cittadina.

In sintesi

Opel Crossland X è tra le migliori vie di mezzo tra un crossover e una monovolume. Dal primo porta a casa la guida rialzata e qualche dettaglio al look (vedi le protezioni della carrozzeria) – dal secondo eredita l’estrema versatilità e la capacità di carico. Insomma, una scelta da prendere in considerazione se si vuole mettere in garage un’auto spaziosa formato lungo viaggio, ma buona anche per l’utilizzo cittadino.

Prezzo

Opel Crossland X ha un prezzo d’attacco di 16.950 Euro scegliendo la versione base con motore benzina da 1,2 litri di cilindrata e 81 CV di potenza – mentre per la versione della nostra prova – 1.6 a gasolio da 120 CV – servono almeno 21.950 Euro per l’allestimento Advance.

Foto Opel Crossland X Prova su strada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *